Lidia Bianchi (San Felice Circeo, 1992) è un’artista visiva, il cui mezzo privilegiato è la fotografia.

Ha studiato Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Roma e Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e l’EASD di Valencia.

Vive a lavora a Milano, dove collabora ai progetti didattici della Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

La sua pratica artistica prende forma dalle intuizioni estetiche suscitate dal paesaggio e le sue istanze, all’irrealizzabile ricerca dell’arcaico insito nelle fenditure del contemporaneo.

Questa vertigine genera reminiscenze archetipiche, e porta lo spettatore a riflettere sull’altrove, la distanza e ciò che è destinato ad essere distante.

Attualmente la sua ricerca si concentra sul Mediterraneo come spazio estetico, luogo di immaginari antichi e nuovi che, ponendosi in rapporto dialettico tra loro, configurano una narrazione visiva altra, incentrata sulle forze telluriche che lo animano.